I 2 ROI di un progetto di mentoring

Pubblicato da: redazione Categoria: come fare, Mentoring tag: , , Commenti: 0

Se stai organizzando un percorso di mentoring devi convincere i tuoi stakeholders dei vantaggi che questo porterà alla tua organizzazione.

Per cominciare puoi utilizzare le ricerche disponibili sul tema.

  • Un’indagine di Deloitte ( Human capital trends 2019)  rileva che le organizzazioni che usano il mentoring ripetutamente come metodologia di sviluppo hanno un aumento della retention del 25%

 

 

  • I partecipanti hanno un aumento dello stipendio del 20% e fare mentoring li rende fino a 5 volte più adatti ad una promozione rispetto ai colleghi che non hanno partecipato

 

 

  • Secondo l’Association for Talent Development le persone che hanno partecipato ad un percorso di mentoring hanno un aumento della produttività del 88% rispetto al 24% di chi partecipa ad un percorso di formazione tradizionale.

Se poi tieni conto dell’effetto a catena del mentoring  (leggi qui) i risultati si allargheranno a macchia d’olio anche su coloro che non hanno partecipato. 

 

D’altronde secondo Gallup i manager sono responsabili almeno al 70% dell’engagement dei loro team, quindi riporteranno quanto sperimentato con i loro mentee nelle loro relazioni di lavoro quotidiane migliorando il clima generale dell’organizzazione.

Ora che ti sei fatto un’idea dei risultati che puoi raggiungere è ora di impostare i kpi per valutare la qualità del progetto che andrai a realizzare.

Il modo  migliore è fare 2 tipi di valutazione e di roi (return on investment) :

  1. ROI A BREVE TERMINE

  2. ROI A LUNGO TERMINE (almeno 3 anni di valutazione)

1)  Il primo tipo di valutazione sarà più qualitativo e relativo al raggiungimento degli obiettivi del tuo programma di mentoring. In questo caso dovrai monitorare il numero di mentor/mentee coinvolti, le coppie formate e sciolte , il numero di incontri fatti, i diari compilati dalle coppie.  È  importante soprattutto valutare  i livelli di apprendimento abilità e competenze raggiunti rispetto agli obiettivi che ti eri posto.

Sicuramente il supporto di un software per monitorare e tracciare questi dati agevolerà molto il tuo lavoro.

2) La seconda valutazione servirà per correlare i risultati del tuo programma con i risultati di business della tua organizzazione. Per fare questa valutazione ricordati di monitorare il gruppo dei partecipanti al programma rispetto al resto delle persone in azienda.

In base agli obiettivi del programma valuterai i risultati in termini di:

  • Retention: tieni conto che si considera che la sostituzione di una persona del tuo team ti costerà 1,5 volte il suo stipendio lordo. Ti sarà facile calcolare quanto avrai risparmiato trattenendo anche solo una persona in più nel periodo che stai considerando
  • Acquisizione: spesso i profili che servono per riempire la tua pipeline aziendale sono difficili  e costosi da trovare all’esterno. Probabilmente individuare i talenti è uno dei motivi per cui hai organizzato il tuo programma di mentoring. In questo caso dovrai stimare i costi di selezione e onboarding che avrai risparmiato facendo crescere le tue persone.
  • Produttività: l’aumento di engagement e del senso di appartenenza che hai sviluppato nei mentor e mentee si ripercuote sicuramente sulla loro produttività aziendale. Individua gli indicatori in termini di fatturato, vendite, riduzione costi che ritieni più opportuni per valutare gli effetti del programma sulla tua attività.

 

E  ora sei pronto per capire qual’è il roi del  tuo programma

ROI = (R + A + P) / CT 

Nei Costi Totali dovrai considerare tutte le voci di costo per realizzarlo : persone del team  hr dedicate, consulenti esterni, software, tempo delle persone coinvolte ed eventuale produttività persa . Più la valutazione sarà completa di tutte le voci più il roi che ne otterrai sarà preciso.

Una case study di un’azienda tecnologica che ha usato il mentoring e lo ha monitorato per 13 anni  ha rilevato un aumento della retention al 69% per i mentor e al 72% per i mentee, rispetto al 49% dei non partecipanti ed un roi impressionante del 1000%.

Il mentoring è un modo efficace per coinvolgere i dipendenti, migliorare la produttività e ridurre i costi di turnover. Se pensi di iniziare il tuo programma di mentoring, ecco alcuni suggerimenti da tenere a mente:

1) Pianificare in anticipo e creare un piano di misurazione

2) Utilizzare un software di mentoring online che incorpora strumenti di misurazione

3) Rivedere e aggiornare periodicamente la misurazione degli obiettivi.

Facendo così sarai in grado di dimostrare facilmente l’impatto del tuo programma di mentoring  sui risultati aziendali.

E se hai bisogno di un supporto non esitare a   contattarci!

Condividi questo post