Autore - Daniela Belotti

bemymentor why

Perché Bemymentor?

Be my mentor nasce con un obiettivo ambizioso: liberare e valorizzare il potenziale umano nel mondo del lavoro, per una crescita sostenibile della produttività, dell’equità del sistema e, contemporaneamente, della soddisfazione degli individui. Sembra un sogno, come realizzarlo? Noi di Bemymentor abbiamo individuato un problema chiave: la motivazione delle persone. L’Europa è il continente con il più basso tasso di coinvolgimento sul lavoro tra quelli con economie più sviluppate. Fanalino di coda in Europa, l’Italia presenta in assoluto tra i...

Leggi di più...
mentoring reciproco

Il mutual mentoring e il worker 4.0

Cos'è il Mutual Mentoring e come può aiutare i nuovi lavoratori 4.0 ? E’ stupido non apprendere da uomini più saggi e da coloro che possono insegnare - SOFOCLE Il mercato del lavoro per la prima volta vede la presenza di 5 generazioni a confronto. L'innalzamento dell'età pensionabile da un lato e l'abbandono della scuola dall'altro portano sul mercato persone molto diverse tra loro nella formazione, nei valori e nelle abitudini di vita. Baby Boomers e Generazione X sono la vecchia guardia,...

Leggi di più...
competenze

10 Competenze utili per un Mentor: scoprile con noi

Ci sono alcune competenze che secondo la maggior parte della letteratura sul mentoring sono importanti per svolgere bene il ruolo di Mentor, vediamole insieme. 1)Conoscenza Professionale La prima tra le competenze che un mentor deve avere è sicuramente la conoscenza professionale, necessaria per sostenere il bisogno di crescita del mentee. Per poter aiutare il mentee a trovare le risposte giuste dovrà essere dotato di acume e perspicacia nel business in modo da guidarlo nella giusta direzione. Il fiuto dato dall'esperienza servirà...

Leggi di più...
timoniere

Vuoi essere un mentore? Devi fare il timoniere

Una relazione di apprendimento tra due persone si sviluppa e si caratterizza in base a a 2 aspetti fondamentali. Chi fa il timoniere? Il primo elemento da considerare in una relazione di apprendimento è chi tra i due dirige la relazione ed è come si usa dire oggi proattivo nello stimolare i temi da affrontare e sviluppare e gli obiettivi da raggiungere. Il secondo elemento riguarda i bisogni dell'individuo : viene sfidato a raggiungere obiettivi sempre più alti o al contrario supportato...

Leggi di più...

Mentoring: una breve storia attraverso i secoli

Mentoring: una breve storia. Ulisse, re di Itaca, prima di partire per la guerra di Troia, decise di affidare il giovane figlio Telemaco ad una guida esperta che lo formasse a succedergli al trono. Scelse Mentore, figlio del compagno d’armi Alcino. Mentore, pur essendo persona saggia ed esperta, fu poco efficace nel suo compito. Così la Dea Athena, sostenitrice di Ulisse, ne prese più volte le sembianze per dare un supporto maggiore al giovane senza rivelarsi . La Dea stimola il giovane...

Leggi di più...